Alighiero Boetti, Oggi è venerdì ventisette marzo millenovecentosettanta, 1970 Scrittura simultanea a due mani su parete.
"Le date… sai perché sono molto importanti? Perché… se tu scrivi ad esempio su un muro 1970, sembra niente, proprio niente, ma fra trenta anni… Ogni giorno che passa questa data diventa più bella; è il tempo che lavora, è soltanto quello che lavora! Le date hanno questa bellezza: più passa il tempo e più divengono belle”(A.B. 1973) 

Alighiero Boetti, Oggi è venerdì ventisette marzo millenovecentosettanta, 1970 

Scrittura simultanea a due mani su parete.

"Le date… sai perché sono molto importanti? Perché… se tu scrivi ad esempio su un muro 1970, sembra niente, proprio niente, ma fra trenta anni… Ogni giorno che passa questa data diventa più bella; è il tempo che lavora, è soltanto quello che lavora! Le date hanno questa bellezza: più passa il tempo e più divengono belle”
(A.B. 1973)